Santa Pelagia
Santa Pelagia

Etimologia di Pelagia: del mare, marino dal latino
Festa: 8 ottobre
Patrona dei musicisti, attori, mimi.

Santa Pelagia Vissuta nel terzo secolo d.C. ad Antiochia di Siria, una delle metropoli del mondo antico, era soprannominata Margherita (perla preziosa) per la sua rara bellezza. Come si legge nella Patrologia Latina (Vitae Sanctae Pelagiae meretricis P.L. 73) era famosa per essere "la prima delle attrici di Antiochia, ed era anche la prima delle danzatrici mimiche". Soleva attraversare la città "con molta appariscenza" preceduta e seguita da "grande corteo di servi e di serve. Era ricoperta di oro e perle e pietre preziose" e, come una regina portava "una collana d'oro al collo"; "dello splendore, poi, della sua bellezza, non si sarebbero saziati tutti gli uomini di questo mondo." Questo corteo, passando un giorno nei pressi di alcuni vescovi seduti davanti alla basilica del beato martire Giuliano, «riempì tutta l'aria del profumo di muschio e della fragranza dei soavissimi aromi» che Pelagia spandeva.

Subito i religiosi distolsero lo sguardo da lei; tutti salvo il beatissimo Nonno, il più anziano e santo tra i vescovi presenti, che «invece, rivolse lo sguardo verso di lei intensissimamente e a lungo, tanto che dopo che fu passata egli ancora la fissava e la guardava.» Poi rivolto ai vescovi seduti con lui disse: "Non vi rallegra una cosė grande bellezza?".» E nel pianto lo ripetè ancora. «In verità, io mi sono rallegrato moltissimo e mi è piaciuta la sua bellezza, poichè Dio la metterà al primo posto (Mt 21,31)... per giudicare noi".» «E di nuovo disse ai vescovi: "...quante ore ha passato questa donna nella sua camera per lavarsi e prepararsi, per ornarsi con ogni premura... perchè non manchi nulla alla bellezza... Noi invece, che abbiamo nei cieli un Padre onnipotente,... noi che abbiamo la promessa di vedere... il volto inestimabile dello Sposo, su cui i cherubini non osano posare lo sguardo... non orniamo nè tiriamo via le sozzure dalle nostre misere anime ma lasciamo che esse giacciano lė con negligenza.»

Vissuta nel terzo secolo d.C. ad Antiochia di Siria, una delle metropoli del mondo antico, era soprannominata Margherita (perla preziosa) per la sua rara bellezza. Come si legge nella Patrologia Latina (Vitae Sanctae Pelagiae meretricis P.L. 73) era famosa per essere "la prima delle attrici di Antiochia, ed era anche la prima delle danzatrici mimiche". Soleva attraversare la città "con molta appariscenza" preceduta e seguita da "grande corteo di servi e di serve. Antioch in Syria engraving by William Miller after H Warren

Era ricoperta di "oro e perle e pietre preziose" e, come una regina portava "una collana d'oro al collo"; "dello splendore, poi, della sua bellezza, non si sarebbero saziati tutti gli uomini di questo mondo." Questo corteo, passando un giorno nei pressi di alcuni vescovi seduti davanti alla basilica del beato martire Giuliano, «riempì tutta l'aria del profumo di muschio e della fragranza dei soavissimi aromi» che Pelagia spandeva.

Quella donna fu toccata dalla grazia ascoltando le parole del vescovo. Andò a prostrarsi ai suoi piedi e ottenne il battesimo. Mutò i suoi preziosi abiti con la tunica del penitente.

Si fece battezzare e, lasciata Antiochia, si recò a piedi fino a Gerusalemme, dove visse in una «modesta cella chiusa da ogni parte e che aveva una piccola finestrella su una parete». Scambiata per un uomo (Pelagio) si scoprì la sua vera identità dopo la morte e ricevette, col nome di Pelagia, la devozione di tutti i cristiani.

   Scritta dal diacono Giacomo, tradotta da Eustochio