Attività
Menounopiùsei
NASCERE, VIVERE, CAMBIARE: INIZIATIVE IN FAVORE DI CHI LAVORA NELLA FASCIA -1+6
"Nonostante parere contrari, occuparsi di neonati e di bambini non è un lavoro per una persona singola: se il lavoro deve essere fatto bene e si vuole che la persona che prioritariamente si occupa del bambino non sia troppo esausta, chi fornisce le cure deve a sua volta ricevere molto sostegno". J. Bowlby, 1988
  • Insieme per pensare: approfondire e specificare concetti
cod. 45 - I GENITORI DI POLLICINO:Le famiglie fragili: interventi di sensibilizzazione e prevenzione a contrasto del maltrattamento verso l'infanzia._Corso riconosciuto ai sensi della dir. 170/2016
Co-Organizzato con: tuttoEUROPA Agenzia Formativa
Le famiglie fragili: interventi di sensibilizzazione e prevenzione a contrasto del maltrattamento verso l'infanzia. Si propone una lettura dei fenomeni di maltrattamento infantile centrata sulle dinamiche disfunzionali delle famiglie; tali dinamiche sono originate da fattori diversi e possono impedire la percezione della sofferenza infantile da parte dei genitori.

Il Corso si prefigge di dotare i partecipanti di elementi conoscitivi circa il fenomeno del maltrattamento e la violenza all'infanzia, correlando tali dati con la presentazione delle dinamiche famigliari tipiche dei nuclei fragili perché disfunzionali. Si presenterà il concetto di resilienza e la possibilità di percorsi di sostegno alla genitorialità in ambito socio-educativo.

OBIETTIVI
- Favorire una collaborazione tra insegnanti e famiglie per il sostegno dei bambini che vivono in contesti fragili.
- Fornire strumenti per comprendere i bisogni dei bambini che subiscono delle violenze.

METODOLOGIA

Alla presentazione di aspetti relativi alle dinamiche familiari disfunzionali e alla sofferenza infantile manifesta attraverso vari tipi di comportamenti, si affiancheranno materiali tratti dal lavoro clinico.
I partecipanti potranno presentare in gruppo le esperienze provenienti dal proprio lavoro (rapporti con famiglie “difficili”, bambini in difficoltà etc), al fine di elaborare delle strategie trasformative.
PROGRAMMA DEI LAVORI

Modulo 1
I IV Piano nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva : a) azioni a contrasto della povertà dei bambini e delle famiglie b) servizi socio educativi per la prima infanzia e qualità del sistema scolastico c) strategie e interventi per l’integrazione scolastica e sociale d) sostegno alla genitorialità, sistema integrato dei servizi e sistema dell’accoglienza.
I maltrattamenti fisici e psicologici.La patologia della fornitura di cure: incuria, discuria, ipercura.
Gli abusi sessuali: intrafamiliari ed extrafamiliari.
La violenza assistita. La violenza psicologica, economica, fisica e sessuale contro le donne. Fattori socio-relazionali che facilitano o frenano il maltrattamento e l'abuso all'infanzia.
Modulo 2
La trasmissione intergenerazionale dell’abuso e della violenza. Dove e come nascono le condizioni di abbandono del minore e di abuso all’infanzia.
Abusi, Trauma, Meccanismi di difesa: i percorsi della sofferenza e del disagio.
La sindrome di adattamento e la tendenza inconscia alla ri-traumatizzazione. Il concetto di resilienza
Modulo 3:
Lavoro in gruppo a partire da situazioni concrete. Elementi di contenuto e strumenti emotivi necessari nell’ascolto del minore.
Il lavoro di rete. Conclusioni e test di apprendimento.
A cura di:Manuela Tartari , Marilena Vottero Bernardina, Francesca Sisto
Scadenza iscrizioni:25 NOVEMBRE
Quando:SABATO 10 FEBBRAIO 2018
9.00-13.00-14.00-17.00
SABATO 10 MARZO 2018
9.00-13.00-14.00-17.00
SABATO 21 APRILE 2018
9.00-13.00-14.00-17.00
Dove:Opera Munifica Istruzione, Via San Massimo 21, Torino
Partecipazione:21 ore didattiche in 3 moduli Minimo 15 partecipanti
Costo:150,00 euro da versare all'iscrizione
Note:Corso riconosciuto ai sensi della dir 170/2016. Questo corso usufruisce del bonus di 500 euro previsto dal decreto "Buona Scuola”, erogato dalla stato a tutti gli insegnanti di ruolo.
Contattare la segreteria preventivamente all'iscrizione, allo 011 817.89.68 o scrivendo a informa.omi@gmail.com per verificare la disponibilità dei posti.