Attività
Menounopiùsei
NASCERE, VIVERE, CAMBIARE: INIZIATIVE IN FAVORE DI CHI LAVORA NELLA FASCIA -1+6
"Tutti coloro che sono interessati allo sviluppo umano, devono dedicare molta attenzione all'urgenza che spinge il bambino a svilupparsi, a imparare, a divertirsi." Martha Harris
  • Insieme per pensare
cod. disponibile da settembre - SUPEREROI2.0_LA METAMORFOSI
TeatrOZ
Supereroi un po’ inusuali si trovano a frequentare un’accademia per scoprire e sviluppare le proprie attitudini e i propri superpoteri.
Da li in avanti ognuno prenderà la propria strada e coltiverà un punto di vista specifico. Si formeranno due gruppi di supereroi con due visioni estreme che porteranno inevitabilmente allo scontro.
Quando uno dei due gruppi sembra prevalere sull’altro succede una cosa inaspettata che li porterà a nuove visioni, su nuove strade, ad una nuova apertura.
Attraverso situazioni tragicomiche lo spettacolo tocca temi molto attuali:
l’ambiente, le guerre e gli armamenti, i muri e le migrazioni.
Gli argomenti, più che venire spiegati con la parola si manifestano soprattutto attraverso un linguaggio simbolico, proprio del teatro di figura e dell’universo sconclusionato e poetico del clown.
Nonostante la guerra e la distruzione resiste sempre una piccola parte di umanità, di dignità, di felicità.
Le maschere scivolano via,si sgretolano e lasciano spazio ad un rinnovato stupore.
Così come da terreni impervi o tra le rocce può nascere un fiore, dalle macerie apocalittiche rinasce uno sguardo, un sorriso, un incontro.
Accanto ad una lettura più sociale, ne possiamo avere anche una più personale e intima. Il supereroe indossa il suo costume per proteggersi ed agire contro forze più grandi di lui, ma questa maschera può diventare anche fonte di solitudine. Alla fine qualcosa cambia e si assiste ad un abbandono di tali maschere per andare verso il recupero di aspetti più normali, più quotidiani. Forse essere supereroe significa proprio spogliarsi di tali orpelli per viversi con coraggio, essere se stessi nelle gioie e nei dolori che la vita riserva. Lo spettacolo nasce dal laboratorio TeatrOz, attivo da otto anni, dove i ragazzi hanno partecipato attivamente con giochi-esercizi, discussioni e improvvisazioni alla costruzione del proprio personaggio e alla creazione del testo. Qual è il nostro supereroe? Cosa significa per noi essere dei supereroi?